Il ritorno del basco: il cappello must-have attraverso la moda

Retrò, bohémien e francese, il basco torna ad essere il vero protagonista della moda autunno-inverno 2017/18.

Adatto ad ogni momento della giornata e a qualsiasi look si voglia indossare, il cappello più conosciuto e inconfondibile del mondo è stato ampiamente sfoggiato sulle passerelle dalle modelle di Gucci, Chanel e Dior.

Per tutti coloro che amano vestire retrò, sappiate che il basco trova le sue origini molto indietro nel tempo. Già diffuso nel 400 d.C tra coloro che lavoravano all’aperto e manualmente- grazie all’utilizzo del feltro, economico e resistente all’acqua- nel Settecento iniziò ad assumere un significato prettamente politico e militare: blu per l’esercito scozzese, rosso per i ribelli spagnoli.
Il Novecento fece di questo copricapo un indumento totalmente militare e, se i soldati britannici della Prima Guerra Mondiale lo portavano nero, le forze speciali americane lo indossavano verde.

Negli anni Venti, tuttavia, divenne il simbolo del mondo artistico grazie a personaggi come Ernest Hemingway, Pablo Picasso e Edith Piaf. Iniziò, piano piano, a distanziarsi dal mondo maschile e ad entrare in quello femminile grazie a donne di classe come Audrey Hepburn e Catherine Deneuve che conferirono al basco un’eleganza e una femminilità fino ad allora inesistente.

In lana, in feltro, beige, grigio, decorato, il cappello alla francese si presta a tutte le tipologie di abbigliamento e, nonostante sia scomparso dalla scena dal 2000, Alessandro Michele è riuscito a riportarlo in voga con la sua nuova collezione Gucci.

Grazie alle numerose varianti e alla sua versatilità, il basco, must-have della stagione invernale 2017-18, è in grado di accontentare tutti. Chanel lo propone rigido, in lana nera, con un piccolo simbolo tono su tono nella parte frontale. Armani presenta un cappello morbido, in lana blu e piccoli cristalli azzurri, adatto a chi desidera cambiare spesso l’inclinazione del copricapo. Maison Micheal, invece, offre un basco in lana rosa, adatto alle più romantiche. Dior, d’altro canto, lo propone in pelle nere, perfetto per le anime rock.
Si spazia nei colori e nei tessuti ma il prodotto è sempre quello: il cappello bohémien più famoso del mondo.


Per chi volesse regalare un copricapo originale al proprio compagno, marito, figlio o fratello, sappiate che il basco è perfetto anche sugli uomini. Moschino, Missoni ed Emporio Armani hanno presentato i loro modelli durante le sfilate della collezione Autunno-Inverno 2017/18, spaziando dallo stile militare – da cui si riprende l’utilizzo di medaglie e spille appuntante ad esso -, adatti ad animi più frizzanti e desiderosi di osare un po’ di più, a cappelli più semplici, neutri ed eleganti, neri, grigi e in velluto.

Diversamente da altri berretti, il basco si addice non solo a quelle donne che amano il capello lungo, sciolto o raccolto in una lunga treccia, ma anche a quelle che si sentono maggiormente a proprio agio con un taglio corto, sia esso un dolce caschetto o una pettinatura cortissima alla Charlize Theron ai tempi d’oro.

Adatto a tutte le tasche, aziende famose come H&M, Zara e Asos hanno proposto i loro modelli economici, offrendo baschi che variano dal rosa cipria al rosso fuoco, dai fiocchi ai pois.
Nel caso in cui non riusciste ad acquistare il copricapo invernale adatto a voi, sappiate che la primavera ne porterà di nuovi!

Ti potrebbe interessare

Articolo precedente Prossimo articolo

Leave a Reply

Commenta per primo!

avatar
  Subscribe  
Notificami
2 shares

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi